SoleggiatoRoma34°
Enrico Borghi lascia il Pd e si unisce a Italia Viva9Foto© fanpage.it

Enrico Borghi lascia il Pd e si unisce a Italia Viva

, 9 notizie, 2 visualizzazioni

"Le prime scelte di Schlein rappresentano una mutazione genetica: da partito riformista a un partito massimalista di sinistra". Così il senatore Enrico Borghi, a 'Repubblica', annunciando il suo addio al Pd e il suo passaggio a Iv.

"Ho fatto diverse interviste dopo l’elezione di Schlein e ho posto i temi della sicurezza e della difesa, dei cattolici e dei democratici, di una necessità di una sintesi tra culture. Su questi argomenti non ho ricevuto alcuna risposta e come sappiamo in politica i silenzi contano più delle parole pronunciate. Invece ho sentito parole chiare su un altro versante, e cioè sull’utero in affitto", spiega Borghi.

"Se c’è la capacità di costruire politica mettendo le persone dietro l’idea, io penso che Renzi possa insieme ad altre figure contribuire alla nascita di un nuovo soggetto", dice tra le altre cose il senatore. Lei è stato indicato dal Pd componente del Copasir: si dimetterà? "Se fossi stato presidente del Copasir mi sarei dimesso, ma permanendo nella mia condizione di parlamentare di opposizione rispetto la prassi parlamentare e anche il ruolo per il quale sono stato indicato", risponde Borghi.