PioggerellaRoma10°
Suicidio assistito, morta in Svizzera Margherita Botto, 74 anni, di Milano8Foto© milano.repubblica.it

Suicidio assistito, morta in Svizzera Margherita Botto, 74 anni, di Milano

, 15 notizie, una visualizzazioni

Era malata di tumore, un adenocarcinoma al terzo stadio, e voleva di porre fine alla sua vita in modo dignitoso, senza ulteriori sofferenze fisiche e psicologiche. Così Margherita Botto, 74 anni, professoressa universitaria di lingua e letteratura francese e stimata traduttrice letteraria, è morta questa mattina in Svizzera, dopo aver avuto accesso al suicidio medicalmente assistito.

“Le mie speranze di giungere alla guarigione e di poter ritornare ad una qualità della vita non dico soddisfacente, ma almeno accettabile, sono molto ridotte o nulle. Il proseguimento del protocollo di cura mi esporrebbe a ulteriori sofferenze per almeno un anno o più, senza molte probabilità di successo.

In questa situazione intendo liberamente ed autonomamente porre fine al protocollo di cure, affrontandone consapevolmente le infauste conseguenze” aveva scritto in una lettera alla organizzazione svizzera dove ha potuto ottenere l’aiuto alla morte volontaria.