SoleggiatoRoma35°
Sergio Ermotti torna alla guida di Ubs5Foto© finanzaonline.com

Sergio Ermotti torna alla guida di Ubs

, 8 notizie, una visualizzazioni

Sergio Ermotti torna alla guida di UBS, con il compito di portare a compimento l’operazione di integrazione con Credit Suisse, la banca rivale che il colosso bancario elvetico ha acquistato nell’ambito di una operazione che ha visto grande regista il governo svizzero, insieme alla Swiss National Bank (SNB). Lo ha annunciato la stessa UBS, con un comunicato diffuso qualche ora fa. Al momento presidente di Swiss Re, Ermotti prenderà il timone di UBS il prossimo 5 aprile, tornando alla guida del gigante di cui era stato amministratore delegato nel periodo compreso tra il 2011 e il 2020.

Tra le principali sfide che si stagliano all’orizzonte, il licenziamento di migliaia di dipendenti, il ridimensionamento della divisione di investment bank di Credit Suisse e, come indica un articolo di Reuters, convincere i Paperon de’ Paperoni del mondo che UBS rimane la banca migliore dove parcheggiare la propria liquidità.

UBS è diventata praticamente la prima grande banca made in Svizzera, l’unico istituto di credito svizzero che opera a livello globale, sostenuto da prestiti e garanzie di stato che ammontano a 260 miliardi di franchi svizzeri: una somma che è stata erogata dalle autorità elvetiche (governo e banca centrale) per blindare il gigante dalle eventuali perdite e grattacapi vari legati alla preda appena fagocitata Credit Suisse.