SoleggiatoRoma27°
Treno Frecciarossa deragliato a Lodi, la procura chiede 14 rinvii a giudizio per il disastro ferroviario3Foto© fanpage.it

Treno Frecciarossa deragliato a Lodi, la procura chiede 14 rinvii a giudizio per il disastro ferroviario

, 4 notizie, 2 visualizzazioni

Il Frecciarossa 1000 deragliato il 6 febbraio 2020 a Livraga (Lodi): nell’incidente morirono i due macchinisti, Mario Dicuonzo e Giuseppe Cicciù, altri 10 passeggeri rimasero feriti. Ipotesi archiviazione per Rete ferroviaria italiana e Alstom Ferroviaria

La Procura di Lodi ha chiesto il rinvio a giudizio per 14 persone coinvolte nel deragliamento del Frecciarossa 1000 avvenuto all’alba del 6 febbraio 2020, all’altezza dello scambio di Livraga (Lodi). Nel disastro ferroviario morirono i due macchinisti, Mario Dicuonzo, 59 anni, e Giuseppe Cicciù, 51 anni, mentre altri 10 passeggeri riportarono ferite. A sorpresa, sono state stralciate, in vista di una possibile archiviazione, le posizioni di altre 7 persone fisiche e società finite inizialmente nell’inchiesta. Si tratta di Rete ferroviaria italiana e Alstom Ferroviaria.

Decisiva è stata l’attività svolta dal procuratore di Lodi Domenico Chiaro e dal sostituto procuratore Giulia Aragno, che nelle ultime settimane hanno ascoltato nuovamente i vertici delle due società, accogliendo poi la loro tesi difensiva che si basa su una sentenza della Cassazione secondo cui, nel caso di incidenti ferroviari, «occorre sempre ben distinguere le violazioni delle norme antinfortunistiche da quelle delle norme poste a tutela della sicurezza dei trasporti».