Prevalentemente nuvolosoRoma29°
Ruby ter, Marysthell Polanco rinuncia a rendere dichiarazioni spontanee3Foto© adnkronos.com

Ruby ter, Marysthell Polanco rinuncia a rendere dichiarazioni spontanee

, 5 notizie, una visualizzazioni

Marysthell Garcia Polanco non renderà dichiarazioni spontanee al Tribunale di Milano. La showgirl imputata per falsa testimonianza nel processo Ruby ter ha scritto al collegio della settima sezione penale annunciando di aver deciso, “allo stato”, di non rendere le dichiarazioni programmate per la prossima udienza del 17 novembre, “pur riservandosi tale diritto nel prosieguo del procedimento”.

La scelta di Polanco (presa in seguito a un consulto con il legale Paolo Cassamagnaghi) arriva dopo la decisione con cui il Tribunale ha dichiarato l’inutilizzabilità delle dichiarazioni di 18 imputate sentite come testimoni nei processi Ruby uno e due, in quanto – secondo i giudici – avrebbero dovuto essere trattate come indagate in procedimento connesso, quindi ascoltate con l’assistenza di un legale e la facoltà di non rispondere.

“Dalla primavera 2012” – scriveva il Tribunale – la Procura “aveva elementi indizianti le elargizioni di Berlusconi in favore delle ragazze”, che quindi erano “persone sostanzialmente indagate” e andavano ascoltate come testimoni assistite.