Roma20°
Palermo, centinaia di lenzuola bianche ai balconi per Falcone4Foto© www.tgcom24.mediaset.it

Palermo, centinaia di lenzuola bianche ai balconi per Falcone

, 5 notizie, una visualizzazioni

PALERMO Già dalla notte centinaia di lenzuola bianche sventolano ai balconi di Palermo. Come aveva suggerito Maria Falcone, la sorella del giudice ucciso a Capaci, quest’anno bloccata dalla pandemia con la Fondazione Falcone. E al mattino è stato uno sventolare di teli bianchi e tricolori, come accadde nel 1992, ai tempi delle catene umane.

Stavolta senza navi della legalità, senza folla nell’aula bunker dell’Ucciardone, senza gioiosi cortei di studenti provenienti da tutta Italia. Ma con un segno che dovrebbe dar la misura di una partecipazione ideale al ricordo della strage di quel 23 maggio.

Celeste BertolinoAppunto, con le lenzuola apparse di buon’ora anche in pieno centro a Palermo, su Corso Vittorio Emanuele, ai balconi di Palazzo Drago, un gioiello del Settecento gestito da Giovanni Bertolino che dopo il lockdown spera di riaprire al pubblico, come dicono anche le sue figlie Celeste e Marcella: «Le lenzuola sono un piccolo segno per esercitare la memoria. Per ricordare il sacrificio dei giusti all’Italia che ricomincia a vivere, compresi i turisti, ancora pochi, che riprendono a muoversi in questo straordinario centro storico».