SoleggiatoRoma26°
Morto Donato Di Veroli, l’ultimo degli ebrei romani sopravvissuti alla Shoah4Foto© roma.repubblica.it

Morto Donato Di Veroli, l’ultimo degli ebrei romani sopravvissuti alla Shoah

, 5 notizie, una visualizzazioni

Fu arrestato nella Capitale nel marzo del 1944 e deportato ad Auschwitz. Non volle mai raccontare l’orrore dei suoi mesi di prigionia

Con la morte di Donato Di Veroli, Roma perde l’ultimo sopravvissuto alla Shoah testimone diretto della tragedia dell’ebraismo romano: il rastrellamento e la deportazione nei campi di sterminio, tra l’ottobre del 1943 e le ultime ore dell’occupazione nazista della Capitale nel maggio del 1944, di oltre 2091 romane, romani e bambini di religione ebraica.

Di Veroli aveva 98 anni e non apparteneva alla lista di chi venne catturato all’alba del 16 ottobre 1943 nella zona dell’Antico Ghetto. Fu arrestato nel marzo del 1944 e deportato nel campo di sterminio di Auschwitz. Dopo la liberazione tornò a Roma. Di Veroli, a differenza di altri ebrei romani come per esempio Piero Terracina, non ha mai voluto raccontare la sua esperienza.