Roma10°
Covid, Gran Bretagna vicina all'incubo4Foto© www.tgcom24.mediaset.it

Covid, Gran Bretagna vicina all'incubo

, 9 notizie, una visualizzazioni

Il titolo di prima pagina dell'Observer — il domenicale del Guardian — lascia poco spazio al dubbio. «I ministri stanno spianando la strada all'introduzione del severo Piano B contro il Covid», recitava. Di fronte all'aumento dei casi di contagio da coronavirus, e alla conseguente — sia pur non drammatica, al momento — crescita dei ricoveri ospedalieri, il governo guidato da Boris Johnson si starebbe di fatto convincendo a predisporre tutto ciò che servirà per mettere in campo il «Piano B».

Il «piano B» , di cui ha parlato lo stesso primo ministro, comporterebbe il ritorno all'obbligo di portare le mascherine in alcuni luoghi al chiuso (tra cui trasporti pubblici e negozi), decaduto lo scorso 19 luglio; il s suggerimento di lavorare da casa quando possibile (anche in questo caso, il consiglio è stato abbandonato il 19 luglio) e, soprattutto, darebbe ai ministri la possibilità di introdurre passaporti vaccinali per accedere a discoteche, luoghi affollati al chiuso con più di 500 persone o all'aperto con più di 4mila, e tutti i luoghi con più di 10mila persone (come gli stadi).

Secondo quanto previsto dal piano, il pass vaccinale sarebbe riservato solo ai maggiorenni che hanno ricevuto tutte le dosi previste dal vaccino. La misura è stata fieramente osteggiata non solo da membri della maggioranza conservatrice, ma anche da una significativa parte di membri del Labour.