Prevalentemente nuvolosoRoma25°
Terni, detenuto morto dopo incendio nella sua cella5Foto© lapresse.it

Terni, detenuto morto dopo incendio nella sua cella

, 8 notizie, una visualizzazioni

Un detenuto è morto a causa di un incendio scoppiato nella sua cella. La tragedia nella serata di ieri al Sabbione di Terni.

"L’uomo deceduto è uno straniero, con problemi psichiatrici, che ha dato fuoco a tutto quello che aveva in cella ed in pochissimo tempo è stato sopraffatto dalla fiamme e dal denso fumo nero che si è propagato", fa sapere il Sindacato autonomo polizia penitenziaria (Sappe) aggiungendo che "a fatica i poliziotti presenti e quelli arrivati di rinforzo, anche liberi dal servizio, sono riusciti a intervenire, rimanendo anche intossicati, ma purtroppo non c’è stato nulla da fare.

Non vi erano avvisaglie che il detenuto avrebbe potuto compiere l’insano gesto".

"Questa è una tragedia annunciata ed è anche la conseguenza di una sottovalutazione alle continue sollecitazioni di intervento per il Sabbione che il Sappe fa da mesi e mesi. Un uomo che perde la vita durante la detenzione è sempre una sconfitta per lo Stato: e questo nonostante il personale di polizia penitenziaria abbia fatto di tutto per evitarlo”, afferma Fabrizio Bonino, segretario nazionale per l’Umbria del Sappe.