Roma15°
Siria, ritrovati i resti dell’archeologo eroe che difese Palmira dall’Isis2Foto© repubblica.it

Siria, ritrovati i resti dell’archeologo eroe che difese Palmira dall’Isis

, 4 notizie, una visualizzazioni

L’eroe di Palmira potrebbe avere finalmente la giusta sepoltura. L’agenzia siriana Sana ha annunciato il ritrovamento a Kahlul, a est di Palmira, di un corpo che sembra essere quello di Khaled el Assad, l’archeologo ucciso dagli uomini del sedicente Stato islamico durante la conquista del sito archeologico. Ora sarà l’esame del Dna a dare l’ultima conferma.

La storia dello studioso è un simbolo dell’amore per la Storia e della resistenza al fondamentalismo. Ai giornalisti che nel 2019 visitavano i resti della città delle palme, rispettati dal tempo ma devastati dai fanatici, il nipote dello studioso, Ousama, mostrava il ritratto dello zio.

E i pochi abitanti coraggiosi tanto da far ritorno nel centro della cittadina sussurravano con rispetto: ecco, è qui, nella piazza al Nasser, che l’hanno decapitato il 22 maggio del 2015, appendendolo per i polsi e lasciando il capo fra i piedi, ancora con gli occhiali. Un’esecuzione in segno di disprezzo, nella certezza ottusa che per chi muore con la testa tagliata non c’è regno dei cieli.