Roma25°
Sanità calabrese, bagarre in Aula contro M5S per conflitto d’interessi: Grillo fa retromarcia© ilmattino.it

Sanità calabrese, bagarre in Aula contro M5S per conflitto d’interessi: Grillo fa retromarcia

, 5 notizie, 2 visualizzazioni

Un collaboratore della relatrice che ha in mano il decreto sulla sanità in Calabria candidato a diventare commissario della Asl di Vibo Valentia. E, dunque, un conflitto d’interessi per la deputata in questione. È l’accusa che diversi parlamentari delle opposizioni (Pd, Forza Italia e LeU) hanno rivolto a Dalila Nesci (M5s), che coordina per la maggioranza, alla Camera, i lavori sul cosiddetto decreto Calabria.

A sollevare la questione è stata Enza Bruno Bossio, seguita da Enrico Borghi, che ha puntato il dito contro Gianluigi Scaffidi, collaboratore della parlamentare pentastellata. “Il fatto è che ancora non sono state fatte le nomine” si è difesa Nesci, “ribadisco che, dalle indiscrezione uscite, la persona indicata non è mai stato un mio collaboratore stipendiato.

E io non sono titolata a fare alcuna nomina”. Parole giudicate insufficienti da Jole Santelli, di Forza Italia, che ha chiesto l’interruzione dei lavori fino a un chiarimento da parte della ministra Giulia Grillo. Il capogruppo del Pd, Graziano Delrio, ha invitato il sottosegretario Armando Bartolazzi, presente in Aula, di escludere che Scaffidi verrà nominato.