Roma19°
Ok del Senato, il decreto crescita è legge10Foto© ilmattino.it

Ok del Senato, il decreto crescita è legge

, 15 notizie, una visualizzazioni

Dopo quello dela Camera è arrivato anche il timbro del Senato dopo un esame-lampo dovuto alla mannaia del rischio-decadenza sul Dl crescita nel testo 'omnibus' approvato dalla Camera. Diverse le integrazioni e correzioni introdotte in prima lettura a Montecitorio e confermate da Palazzo Madama su temi come il salvataggio delle banche al Sud e la crisi Carige, la riapertura della rottamazione, il debito di Roma Capitale (i risparmi delle rinegoziazioni sosterranno altre amministrazioni in difficoltà), la sopravvivenza di Radio radicale.

Il decreto legge reintroduce il superammortamento, concede al ministero dell'Economia la possibilità di sottoscrivere quote del capitale della 'Newco Nuova Alitalià e limita temporalmente al 6 settembre l'esonero dalla responsabilità penale per l'ex-stabilimento Ilva di Taranto, rilevato da Arcelor Mittal. Il provvedimento ingloba anche le semplificazioni fiscali che erano previste dal disegno di legge ad hoc.

Tra le misure di rilancio dell'economia, con particolare riguardo a quella meridionale, il decreto legge offre una spinta alle aggregazioni di imprese e banche in aree Obiettivo 1 consentendo la trasformare le attività fiscali differite dei singoli soggetti (Dta) in credito d'imposta, fino a un limite di 500 milioni (è previsto il versamento di un'aliquota dell'1,5%).