PioggerellaRoma14°
“Non toccarmi, sei nero”. Gli insulti del paziente al medico camerunense4Foto© fanpage.it

“Non toccarmi, sei nero”. Gli insulti del paziente al medico camerunense

, 4 notizie, 2 visualizzazioni

"Sei nero, non toccarmi". E ancora: "Mi attacchi le malattie". Sono gli insulti razzisti che un medico di origini camerunensi, Andi Nganso, ha ricevuto da un paziente mentre era di turno al Punto di Primo Intervento di Lignano (Udine). L'uomo, un 60enne, ha rifiutato di farsi visitare dal dottore: "Preferivo due costole rotte piuttosto che un negro di m...". Poi ha rincarato la dose: "Se lo sa Zaia - ha detto rivolgendosi al medico -ti elimina". La replica del presidente della Regione Veneto non si è fatta attendere: "Ripudio ogni forma di razzismo e di violenza verbale e fisica".

Il medico, con una laurea in Economia aziendale e una conseguita in Medicina e chirurgia a Varere, ha raccontato l'episodio sul suo profilo Facebook. Stando a quanto si legge nel post, i fatti risalgono al 17 agosto.

"Mentre ero di turno al Punto di Primo Intervento di Lignano, ho subito la violenza verbale razzista più feroce della mia vita e ho deciso, di concerto con il mio legale, di sporgere denuncia - si legge nel post -.