SoleggiatoRoma
Marco Cappato è indagato per un caso di aiuto al suicidio, per il quale si era autodenunciato sabato scorso3Foto© milano.repubblica.it

Marco Cappato è indagato per un caso di aiuto al suicidio, per il quale si era autodenunciato sabato scorso

, 4 notizie, 2 visualizzazioni

Lunedì la Procura di Milano ha iscritto nel registro degli indagati Marco Cappato, tesoriere dell’associazione Luca Coscioni, che sabato scorso si era autodenunciato per aver accompagnato in una clinica svizzera Romano, un uomo 82enne malato di Parkinson che voleva accedere al suicidio assistito ma che non ne aveva diritto in Italia.

Cappato era già stato iscritto al registro degli indagati lo scorso agosto per un caso analogo a questo: aveva accompagnato in Svizzera Elena, una donna veneta di 69 anni affetta da una patologia polmonare irreversibile che come Romano aveva chiesto assistenza all’associazione Luca Coscioni per avere accesso al suicidio assistito.

In entrambi i casi Cappato è accusato di aiuto al suicidio, reato previsto dall’articolo 580 del codice penale italiano: rischia dai 6 ai 12 anni di carcere.