Roma
La variante Omicron predominante all′81% in Italia il 3 gennaio5Foto© huffingtonpost.it

La variante Omicron predominante all′81% in Italia il 3 gennaio

, 9 notizie, una visualizzazioni

La variante Omicron del coronavirus SARS-CoV-2 è ormai largamente predominante in Italia con una incidenza dell'81% dei casi. Quello che appariva ormai evidente di fronte all'impennata di contagi che ha colpito l’Italia è stato ratificato dall’Iss nell’ultima indagine rapida per la stima della prevalenza delle varianti VOC (Variant Of Concern).

La quick survey, coordinata dall’Istituto Superiore di Sanità con il supporto della Fondazione Bruno Kessler e in collaborazione con il Ministero della Salute, le Regioni e le Provincie Autonome, si riferisce ai casi positivi notificati il 3 gennaio scorso e relativi a prime infezioni, non follow-up.

Nel dettaglio, l’indagine dell’Istituto Superiore di Sanità ha calcolato che nel nostro Paese la stima di prevalenza a livello nazionale della variante omicron del coronavirus, ottenuta come la media delle prevalenze nelle diverse Regioni, è pari all’80,75% con una variabilità regionale che va tra il 33% e il 100%.