Roma16°
Killer di John Lennon chiede scusa a Yoko, atto spregevole3Foto© agi.it

Killer di John Lennon chiede scusa a Yoko, atto spregevole

, 5 notizie, una visualizzazioni

John Lennon è morto ammazzato l’8 dicembre del 1980. Mark Chapman, allora 25 anni, lo colse di sorpresa sul portone del palazzo di Mahnattan dove John viveva e gli sparò cinque colpi di pistola. Quattro andarono a segno. Così Lennon, l’ormai ex Beatle, morì davanti agli occhi della donna che amava, Yoko Ono. Tra poco saranno 40 anni.

E il mese scorso si è tenuta l’udienza per la libertà condizionale chiesta dai legali di Chapman, libertà che è stata negata per l’undicesima volta. “Penso a quello che ho fatto tutto il tempo”, ha detto Chapman. E poi ha chiesto scusa a Yoko, dispiacendosi per il dolore che le ha causato. “L’ho fatto per la gloria“, ha aggiunto.

Yoko Ono ha più volte contestato la richiesta di libertà condizionale di Chapman perché se “l’ha fatto una volta, potrebbe farlo di nuovo, a qualcun altro. Potrei essere io, potrebbe essere Sean, potrebbe essere chiunque”, ha detto in passato.