Roma
“I primi segnali in controtendenza ma non è un liberi tutti”, dice Speranza3Foto© lapresse.it

“I primi segnali in controtendenza ma non è un liberi tutti”, dice Speranza

, 6 notizie, una visualizzazioni

AGI -  "Dovremo ancora resistere per una fase significativa. Guai a interpretare questi primi segnali come a un liberi tutti". Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, intervenendo a Farmacistapiù, il Congresso dei farmacisti italiani.

"Le misure che abbiamo messo in campo - ha aggiunto -  stanno dando i primi segnali" anche se "portano a dover fare sacrifici, a problemi a un prezzo sociale anche economico, ma stanno producendo i primi effetti. Il virus circola in fase consistente, i numeri del contagio sono molto, molto alti. Certamente c'è bisogno di continuare con rigore.

Bisogna tenere ancora altissimo il livello di attenzione".