Roma23°
Gli studenti italiani non sanno leggere, vanno male anche in scienze2Foto© lastampa.it

Gli studenti italiani non sanno leggere, vanno male anche in scienze

, 10 notizie, 4 visualizzazioni

Piu' dediti a internet che ai libri. Poco amanti della disciplina e primatisti nel «salto» delle lezioni. Non particolarmente ambiziosi, ma nell'insieme piuttosto felici. E’ la fotografia impietosa degli studenti italiani secondo l'indagine triennale Pisa (Programme for International Student Assessment) dell'Ocse, che valuta le competenze essenziali dei 15enni e il loro benessere a scuola nei Paesi industrializzati e di altri Paesi per un totale di 79 economie.

Il mega-rapporto (i primi tre volumi pubblicati oggi superano le mille pagine) torna ad evidenziare i divari tra Nord e Sud della Penisola, come pure il gap di genere nei risultati dei test che si sono svolti nel 2018. I liceali italiani hanno ottenuto in media un punteggio inferiore alla media internazionale in lettura e soprattutto in scienze e al di sotto dei livelli del 2012, mentre e' in linea con la media e stabile rispetto al passato la preparazione in matematica.

Il rendimento in lettura è diminuito in particolare tra le ragazze e quello in scienze è peggiorato in modo più marcato tra gli studenti con i risultati più elevati. Ci sono, cioè, meno «primi della classe», almeno nel confronto internazionale.