Roma27°
Fontana ai pm: spettava al governo istituire zona rossa. Governatore contestato fuori dalla Procura7Foto© ilgiornale.it

Fontana ai pm: spettava al governo istituire zona rossa. Governatore contestato fuori dalla Procura

, 18 notizie, 2 visualizzazioni

Non cambia la linea Maginot della Lombardia: se la Val Seriana non è diventata "zona rossa", le colpe vanno cercate a Roma e non al Pirellone. Lo ha ripetuto oggi Attilio Fontana ai pm della procura di Bergamo che indagano sui decessi nella Bergamasca. Era "pacifico", ha detto il governatore ai pm, che quella decisione "spettasse al governo". Nessun passo indietro, insomma.

"Il presidente della Regione Lombardia - ha spiegato l'avvocato Jacopo Pensa - è stato convocato dai pm in qualità di persona informata sui fatti con lo spirito autentico di ascoltare una persona che ha contribuito ad accrescere il loro patrimonio conoscitivo sulle vicende relative al coronavirus".

La partita inizia a metà mattina, quando il governatore arriva di fronte ai portoni della procura con la scorta assegnatagli dopo le ripetute minacce ricevute. Ad attenderlo c'è un gruppo di contestatori, tenuti a distanza dalla polizia in tenuta anti sommossa.