Roma32°
Bergamo, la lettera dei medici: “Qui l’epidemia è fuori controllo”© ilgiornale.it

Bergamo, la lettera dei medici: “Qui l’epidemia è fuori controllo”

, 4 notizie, 5 visualizzazioni

Una lettera, firmata da tredici medici dell'Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Parole drammatiche che raccontano di una «epidemia fuori controllo», dove le «persone più anziane non vengono rianimate e muoiono sole». E l'ospedale stesso è considerato «altamente contaminato» e «principale veicoli di trasmissione del Covid-19». Una città al collasso, sanitari sfiniti che lavorano senza sosta vedendo morire centinaia di persone ogni giorno. La lettera è stata pubblicata sul 'New England Journal of Medicine Catalyst Innovations in Care Delivery', con il titolo «Nell'epicentro di Covid-19».

«A Bergamo l'epidemia è fuori controllo. Il nostro ospedale è altamente contaminato e siamo già oltre il punto del collasso: 300 letti su 900 sono occupati da malati di Covid-19. Più del 70% dei posti in terapia intensiva sono riservati ai malati gravi di Covid-19 che abbiano una ragionevole speranza di sopravvivere». È il terribile quadro disegnato dai tredici medici dell'Ospedale Papa Giovanni XXIII.

«Lavoriamo all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, struttura all'avanguardia con 48 posti di terapia intensiva. Nonostante Bergamo sia una città relativamente piccola, è l'epicentro dell'epidemia, più di Milano», scrivono. «La situazione è così grave - sottolineano - che siamo costretti a operare al di sotto dei nostri standard di cura. I tempi di attesa per un posto in terapia intensiva durano ore. I pazienti più anziani non vengono rianimati e muoiono in solitudine senza neanche il conforto di appropriate cure palliative. Siamo in quarantena dal 10 marzo».