Roma
Voto in Abruzzo, i flussi elettorali. Alla Lega un voto M5S su cinque3Foto© ilfattoquotidiano.it

Voto in Abruzzo, i flussi elettorali. Alla Lega un voto M5S su cinque

, 12 notizie, una visualizzazioni

Roma, 12 febbraio 2019 - Anche se in Abruzzo risiede solo il 2,5% dell’elettorato italiano, le elezioni regionali di domenica scorsa mandano diversi segnali alla politica nazionale. I ricercatori dell’Istituto Cattaneo hanno messo in ordine i dati che ci aiutano a decifrarli.

Innanzitutto, la partecipazione ritorna a uno dei livelli più bassi mai registrati (53%), di poco superiore a quello del 2008, quando si tennero elezioni anticipate in dicembre per le dimissioni del governatore Del Turco. La Lega, che nel 2014 nemmeno si era presentata, con il 27,5% dei voti è il primo partito e traina la vittoria del centrodestra.

Per il centrosinistra il confronto con il 2014 è deprimente: 15 punti percentuali in meno. Ma quello fu l’anno d’oro del Pd e di Matteo Renzi. Rispetto alle politiche del 2018, nel suo insieme, il centrosinistra risale dal 22 al 30,6%. L’arretramento del partito di Di Maio invece è netto, pure mettendo nel conto la tendenza nota del M5s a calare nelle amministrative.