Prevalentemente nuvolosoRoma
“Violenti e fascisti”. La Francia chiude le frontiere ai tifosi della Lazio16Foto© fanpage.it

“Violenti e fascisti”. La Francia chiude le frontiere ai tifosi della Lazio

, 19 notizie, 3 visualizzazioni

I tifosi della Lazio non potranno recarsi a Marsiglia in occasione della gara valida per il quarto turno di Europa League. È quanto stabilito da un'ordinanza del ministro degli Interni francese Gerald Darmanin. A sostegno della sua decisione il ministero parla di "comportamenti violenti" di alcuni supporter laziali occorsi "in maniera ricorrente" in occasione delle trasferte all'estero e inoltre si fa accenno alla"ripetuta intonazione di canti fascisti e all'esibizione di saluti romani".

La decisione era già nell'aria, adesso è diventata ufficiale. La città francese, coadiuvata dal ministero degli Interni, ha firmato l'ordinanza nelle ultime ore che vieta "ai tifosi della Lazio o a chi si comporta come tale" non solo "l'accesso allo stadio Velodrome di Marsiglia e la circolazione o lo stazionamento negli arrondissments centrali della città", come era stato indicato nei giorni scorsi, ma persino "l'ingresso in Francia dai posti di frontiera stradali, ferroviari, portuali e aeroportuali da mercoledì 3 a giovedì 4 novembre".

Come noto l'ultimo incontro tra Om e i biancocelesti, che risale al 25 ottobre 2018, fu scandito da episodi di violenza. Il giorno antecedente alla gara, "quattro persone rimasero ferite da coltelli durante una rissa che coinvolse quasi 200 tifosi", ricorda il ministero e, il giorno della partita, i tifosi delle due squadre si scontrarono nuovamente.