Prevalentemente nuvolosoRoma11°
Usa, la procura di New York fa causa a Trump per frode e chiede 250 milioni $2Foto© ilmessaggero.it

Usa, la procura di New York fa causa a Trump per frode e chiede 250 milioni $

, 9 notizie, una visualizzazioni

La procura generale dello stato di New York ha intentato una causa per frode civile contro Donald Trump e tre dei suoi figli – Donald Trump Jr, Eric Trump e Ivanka – coinvolti nell'attività immobiliare di famiglia, tutti accusati di aver gonfiato in modo fraudolento il patrimonio aziendale al fine di arricchirsi e assicurarsi prestiti favorevoli per centinaia di milioni di dollari.

Letitia James, procuratrice di New York, ha citato in giudizio i Trump chiedendo un risarcimento di 250 milioni di dollari e il divieto a vita di condurre affari nello Stato di New York. Secondo il magistrato, Trump e la sua famiglia hanno violato una serie di reati statali e "probabilmente" anche federali, i più gravi. Le dichiarazioni fiscali dei Trump per oltre un decennio sarebbero state colme di menzogne, di valutazioni farlocche, gonfiate, dalle proprietà in Florida a quelle di New York, passando per i vari campi da golf sparsi lungo la costa orientale statunitense.

Secondo l'accusa sarebbero complessivamente "più di 200 valutazioni gonfiate". "Il numero è sbalorditivo – ha spiegato – e riguarda la maggior parte, se non tutte, le proprietà". Trump ha sfruttato a lungo la sua immagine di miliardario self made man per costruire una potente immagine pubblica, che sostenesse anche la sua ascesa politica, ma lontano dai riflettori sarebbe risultato pieno di debiti, e costretto a cercare finanziamenti bancari per non andare in bancarotta. E per ottenerli, avrebbe fornito per anni informazioni false sul valore del suo impero.