Roma29°
Terrorismo a Roma, caccia a un siriano Al telefono: "Domani vado in paradiso"5Foto© www.tgcom24.mediaset.it

Terrorismo a Roma, caccia a un siriano Al telefono: "Domani vado in paradiso"

, 9 notizie, 3 visualizzazioni

È scattato ieri l’allarme terrorismo a Roma in seguito a una intercettazione telefonica. Un siriano avrebbe detto, parlando al telefono, “Domani a Roma andrò in paradiso”. Frase che non lascia spazio a dubbi e fa intendere l’intenzione di un attentato suicida proprio nella Capitale. Immediatamente la Questura di Roma ha chiamato a raccolta tutte le volanti e gli agenti per cercare di pattugliare la città. Le Forze dell’ordine avrebbero anche una foto del giovane possibile attentatore.

Ancora dubbi invece sulle sue vere generalità. Sembrerebbe infatti che il ricercato abbia almeno tre profili diversi su Facebook e ancora non si sa se tra questi vi sia quello reale. Gli ordini diramati a tutti gli agenti li esorterebbero a chiamare immediatamente la Digos qualora dovessero intercettare l’uomo.

L’Antiterrorismo, in questa difficile operazione, sarebbe supportato anche dai Servizi Segreti, scesi in campo per dare il massimo aiuto e fornire indicazioni sul modo più idoneo di procedere. Secondo le prime indiscrezioni si tratterebbe di un ragazzo 21enne nato in Siria, data possibile di nascita il 5 maggio del 1991.