Terremoti, ecco la «finestra» sotto lo Ionio che allontana la Sicilia dalla Calabria
Foto: www.ilmessaggero.it

Terremoti, ecco la «finestra» sotto lo Ionio che allontana la Sicilia dalla Calabria

7 notizie, 3

I ricercatori italiani hanno scoperto un sistema di profonde spaccature sotto il mar Ionio, una vera e propria “finestra”. La scoperta contribuisce a spiegare il lento ma progressivo allontanamento della Sicilia e della Calabria e l’elevato rischio sismico della zona. “Le numerose campagne oceanografiche effettuate nella zona – spiega Alina Polonia, la ricercatrice del Cnr che ha coordinato lo studio – hanno permesso di scoprire un sistema di faglie diffuso non lontano dalle coste che ora può essere sorvegliato”.

“Aver scoperto questo sistema in mare – aggiunge la ricercatrice – è positivo. Faglie a terra, infatti, farebbero senz’altro più danni. Ma, rassicura la ricercatrice, “si tratta di processi lenti e non catastrofici, che confermano i rischi geologici che la zona conosce”. Questa scoperta avrà importanti implicazioni per capire meglio come si formano le catene montuose e come questi processi siano legati ai forti terremoti storici registrati in Sicilia e Calabria.

“Ora – spiega ancora Alina Polonia – l’Arco Calabro, il sistema di subduzione tra Africa ed Europa nel Mar Ionio, ha un importante primato: è l’unica regione al mondo in cui sia stato descritto materiale del mantello in risalita dalla placca in subduzione”.

    Leggere sul ilfattoquotidiano.it