Roma14°
Riforma della Giustizia, Di Maio alla Lega: è ora di qualche sì9Foto3Video© ilfattoquotidiano.it

Riforma della Giustizia, Di Maio alla Lega: è ora di qualche sì

, 31 notizie, 2 visualizzazioni

«Sto sentendo troppi no dalla Lega, mi auguro che arrivi qualche sì». Il vicepremier e ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, risponde così all'ipotesi di un'approvazione della riforma della Giustizia con la formula «salvo intese» da parte del Consiglio dei ministri di oggi. «Non vedo perché la Lega si debba opporre», attacca Di Maio a margine della prima giornata di orientamento e formazione dei navigator RdC organizzata dall'Anpal servizi a Roma. «Sono anni che si dice che si devono ridurre i tempi dei processi. Ci siamo, approviamola», taglia corto.

Poi il vicepremier rilancia le nuove norme promosse dal Guardasigilli pentastellato Alfonso Bonafede. «È una riforma che aiuta le imprese, dimezza i tempi del processo civile, punisce i giudici che perdono tempo nelle procedure e consente di accelerare i processi di corruzione», sottolinea ai giornalisti. E rimanda al mittente i rilievi mossi dalla Lega al provvedimento, che «fa paura ai partiti dell'opposizione», confermando le diverse sensibilità sul tema all'interno della maggioranza.

Parlando del ruolo dei navigator nell'ambito del Reddito di cittadinanza, bandiera del M5S, Di Maio conferma poi che si tratta di un «tassello fondamentale della riforma delle politiche attive per l'occupazione e la lotta alla povertà, di una «rivoluzione nel mondo del lavoro». «Molti giovani italiani quando arriveranno ai centri dell'impiego non troveranno più un'umiliazione ma un'opportunità. Abbiamo mantenuto un'altra promessa, - aggiunge - sono stato preso in giro ma questi ragazzi sono gli alfieri di un nuovo modo di portare avanti le politiche attive in Italia».