Roma10°
Reporter Marocco condannata per aborto4Foto© lastampa.it

Reporter Marocco condannata per aborto

, 5 notizie, una visualizzazioni

È stata condannata a un anno di carcere dal tribunale di Rabat con l'accusa (sempre rigettata) di aborto illegale e "relazioni sessuali fuori dal matrimonio". È accaduto in Marocco, alla giornalista 28enne Hajar Raissouni, arrestata e giudicata nel procedimento insieme al suo fidanzato sudanese, un docente 40enne, Rifaat al Amine, e al ginecologo, che avrebbe praticato l'aborto. Tutti condannati.

Insieme a loro, fermati anche un anestesista (interdetto dalla professione per almeno un anno) e un assistente medico (entrambi con pena sospesa).

In fase di dibattimento, Raissouni ha negato di avere abortito, dichiarando di essersi fatta curare per una perdita di sangue interna, testimonianza sostenuta anche dal suo medico, il quale non potrà esercitare le sue funzioni fino alla fine della pena detentiva e sarà costretto a pagare una multa di 500 dirham (che corrispondono a circa 50 euro).