Renzi-Di Maio in tv, il dibattito interno ai 5 stelle. Intanto Rai si appella a Fico: ‘La nostra è la sede naturale del confronto’

Renzi-Di Maio in tv, il dibattito interno ai 5 stelle. Intanto Rai si appella a Fico: ‘La nostra è la sede naturale del confronto’

10 notizie, 2

Il confronto inedito si farà, probabilmente. Sulla Rai, forse. Ma l’idea di uno scontro in tv tra Luigi Di Maio e Matteo Renzi due giorni dopo un voto pesante come quello in Sicilia (e dopo il primo turno nel municipio X a Ostia, cioè a Roma, da cui il Pd potrebbe uscire con le ossa rotte) non convince tutti dentro i 5 stelle. Anzi. “Così rischiamo di ridare fiato a Renzi, anche se il risultato nelle urne fosse positivo per noi” ragionavano nelle scorse ore parlamentari di peso con il Fatto Quotidiano.

E non solo, perché i rischi di un autogol per il Di Maio che ha lanciato il guanto di sfida sono motivo di discussione anche nello staff, sulla rotta Roma-Milano. Perché il segretario dem è un avversario comunque temibile, che in caso di sconfitte in Sicilia e a Ostia (più che probabili) avrebbe quasi solo da guadagnare da un confronto contro il candidato premier del M5s. Facendo comunque parlare d’altro, dopo un voto che pare uno snodo per tutta la politica italiana.

Ma riflessioni e dubbi non fermano il lavoro degli sherpa per fissare luogo e modalità del duello. Gli ambasciatori renziani tengono duro sulla richiesta di tenere il confronto in Rai. Ma hanno fatto sapere di non ritenere imprescindibile la conduzione del confronto da Bruno Vespa. Tradotto, sono disponibili anche a un programma ad hoc, condotto da un altro giornalista (Lucia Annunziata, per esempio).

Da qui alle...

    Leggere sul ilfattoquotidiano.it