Pensioni, la proposta del governo che divide i sindacati
Foto: www.rainews.it

Pensioni, la proposta del governo che divide i sindacati

9 notizie, 6

La proposta del Governo che sarà trasformata in emendamento alla manovra divide i sindacati. Ecco cosa prevede. ESENZIONE INNALZAMENTO ETA' PENSIONABILE. L'aumento dei requisiti che scattera' per tutti a partire dal 2019 non riguardera' alcune categorie professionali, interessati anche all'Ape sociale. Il governo ha gia' identificato 11 attivita' gravose, che sono: operai dell'industria estrattiva, edilizia e manutenzione edifici; conduttori di gru o di macchinari mobili per la perforazione nelle costruzioni; conciatori di pelli e di pellicce; conduttori di convogli ferroviari e personale viaggiante; conduttori di mezzi pesanti e camion; personale delle professioni sanitarie infermieristiche ed ostetriche ospedaliere con lavoro organizzato in turni; addetti all'assistenza personale di persone non autosufficienti; insegnanti della scuola dell'infanzia ed educatori degli asili nido; facchini; personale non qualificato addetto ai servizi dip ulizia; operatori ecologici e altri raccoglitori e separatori di rifiuti.

A queste categorie, l'esecutivo ora ne aggiunge altre quattro: operai e braccianti agricoli, marittimi, addetti alla pesca, siderurgici di prima e seconda fusione e lavoratori del vetro addetti ad alte temperature. Il testo precisa che l'esenzione e' condizionata allo svolgimento di attivita' gravose da almeno 7 anni nei 10 precedenti il pensionamento, nonche', al fin...

    Leggere sul rainews.it