Wikileaks, la Svezia archivia l'inchiesta contro Julian Assange. Era accusato di stupro
Foto: www.rainews.it

Wikileaks, la Svezia archivia l'inchiesta contro Julian Assange. Era accusato di stupro

11 notizie, 1

La procura svedese ha archiviato l'inchiesta nei confronti di Julian Assange. Il fondatore di Wikileaks, che oggi si trova nell'ambasciata dell'Ecuador a Londra, era accusato di stupro.

Il capo della procura, Marianne Ny, ha annunciato oggi la chiusura di una indagine durata sette anni. Il magistrato, si legge in una nota, "ha deciso di interrompere l'indagine". La decisione arriva alla vigilia dell'udienza del tribunale che dovrà decidere sul mandato di cattura internazionale emesso a suo tempo dalla Svezia. Assange vive nella rappresentanza diplomatica dell'Ecuador dal 2012, e il suo timore è sempre stato che, una volta trasferito in Svezia, potesse essere estradato negli Stati Uniti e lì affrontare un eventuale processo per aver divulgato centinaia di migliaia di documenti diplomatici e dei servizi segreti militari americani.

pic.twitter.com/dDvB1Vekhg

— Julian Assange (@JulianAssange) 19 maggio 2017

Il 16 settembre 2016 la Corte d'appello svedese aveva confermato il mandato d'arresto emesso nel 2010 contro il fondatore del portale Wikileaks, per le accuse di molestie sessuali. La sentenza aveva confermato la decisione adottata quattro mesi prima da un tribunale di prima istanza, che aveva ritenuto Assange ancora sospetto e a forte rischio rischio di fuga.

Leggere sul agi.it