Kitesurfer risucchiato da elicottero militare a Ladispoli, grave
Foto: www.ilmessaggero.it

Kitesurfer risucchiato da elicottero militare a Ladispoli, grave

6 notizie, 2

Risucchiato e scaraventato a terra da un elicottero militare, un cinquantenne romano kitesurfer è ricoverato in gravi condizioni all'ospedale Gemelli. Ferito sul litorale di Ladispoli anche un altro uomo. Il potente velivolo non è nemmeno tornato indietro dopo aver innescato quel turbine devastante. Il pilota potrebbe non essersene accorto, ma non i colleghi ai comandi di altri elicotteri che volavano "in contatto visivo" nella stessa zona.

Un incidente gravissimo e senza precedenti non solo in Italia che sarà oggetto di inchieste della Procura di Civitavecchia e della Procura militare. E forse anche della Procura militare di un altro paese europeo perché l'elicottero “pirata”, che non fa parte dell'Aeronautica militare italiana, potrebbe appartenere a una forza armata straniera.

Tutto è accaduto in pochi istanti ieri verso le 15 a Torre Flavia, Ladispoli, zona da anni amata dai kitesurfer, lo sport che permette ai surfisti di compiere anche evoluzione aeree grazie a un piccolo paracadute, una "vela" a cui sono uniti tramite funi e un'imbragatura. In condizioni meteo avverse non mancano gli incidenti in questa disciplina, ma mai si era mai registratoo un episodio come quello di Ladispoli.

L'uomo ferito è un romano di 50 anni, Alessandro Ognibene, residente a Casal Lumbroso, trasportato in gravi condizioni al Policlinico Gemelli con l'eliambulanza (un elicotterocausa l'incide...

    Leggere sul ilmessaggero.it