Kenya, proteste e violenze dopo la rielezione del presidente Kenyatta: diversi i morti
Foto: www.adnkronos.com

Kenya, proteste e violenze dopo la rielezione del presidente Kenyatta: diversi i morti

8 notizie, 3

Caos in Kenya dopo la vittoria alle elezioni del presidente Uhuru Kenyatta, riconfermato. Nove giovani uomini sono stati uccisi nella notte a colpi d'arma da fuoco nelle violenze post elezioni, precisamente nello slum Mathare di Nairobi. Lo riferisce a Reuters un funzionario della sicurezza, aggiungendo che a quanto pare gli uomini sono stati uccisi dalla polizia nel corso di operazioni anti-sciacallaggio.

Precedentemente si era parlato di quattro morti. Un manifestante è morto nella città di Kisumu, come confermato da Human Rights Watch; due nella baraccopoli di Matahare (Nairobi); e il quarto è morto nella città di Siaya, secondo i media locali. Il dato è poi stato aggiornato. La situazione è particolarmente tesa a Kibera, dove un reporter dell'emittante tv locale KTN è stato arrestato. La polizia di Kisumu ha tagliato l'accesso al centro della città e nello slum di Kibera, nella capitale, le forze di sicurezza hanno lanciato gas lacrimogeni contro i manifestanti.

"Non ho tempo per parlare con i giornalisti, la gente sta morendo", ha detto a Efe Ken Okoth, deputato della coalizione di opposizione. Le proteste stanno portando anche a saccheggi di abitazioni e aziende. "Ci sono negozi di Kikuyu (tribù a cui appartiene il presidente Uhuru Kenyatta) bruciati e saccheggiati", ha detto a Efe un testimone. Medici Senza Frontiere attraverso il suo account Twitter segnala 19 feriti...

Leggere sul lapresse.it