Roma16°
Istat, a marzo quasi il 50% di morti in più, record a Bergamo: +568%, a Roma -9,4%4Foto© fanpage.it

Istat, a marzo quasi il 50% di morti in più, record a Bergamo: +568%, a Roma -9,4%

, 9 notizie, 4 visualizzazioni

Coronavirus, i dati Istat e Iss di marzo dicono che a marzo 2020 ci sono stati quasi il 50% di morti in più rispetto rispetto alla media 2015-2019 del mese di marzo, con record a Bergamo +568%, mentre a Roma si è registrato un -9,4%. Dal 20 febbraio al 31 marzo 2020 sono 13.710 i morti per Covid19 in Italia. Il dato emerge dal Rapporto prodotto dall'Istituto nazionale di statistica (Istat) e dall'Istituto Superiore di Sanità (Iss).

I dati di mortalità totale si riferiscono a 6.866 comuni (87% dei 7.904 complessivi). Si tratta della «prima volta - rileva il Rapporto - che l'Istat diffonde questa informazione riferita a un numero così consistente di comuni». Considerando il mese di marzo, si spiega nel Rapporto, si osserva a livello medio nazionale una crescita del 49,4% dei decessi per il complesso delle cause.

Se si assume come riferimento il periodo che va dal primo decesso Covid19 riportato al Sistema di Sorveglianza integrata (20 febbraio) fino al 31 marzo, i decessi passano da 65.592 (media periodo 2015-2019) a 90.946, nel 2020. L'eccesso dei decessi è di 25.354 unità, di questi il 54% è costituito dai morti diagnosticati Covid19 (13.710).