Roma19°
Inter, i progetti di Marotta Icardi, Spalletti e il mercato© gazzetta.it

Inter, i progetti di Marotta Icardi, Spalletti e il mercato

, 5 notizie, 3 visualizzazioni

ICARDI — La separazione con Mauro in estate è ormai cosa decisa, ma l’Inter e Marotta ovviamente non vogliono fare "saldi": la riconciliazione serve anche a questo, a non svalutare un asset della società. L'a.d. poi ha sottolineato come contino le volontà di tutti, preludio forse delle necessità di un nuovo confronto col giocatore e il suo entourage sul destinazione.

Spalletti — La visione sul futuro del tecnico è condizionata dal presente: c’è la necessità di portare "a casa" stagione e qualificazione Champions, senza turbare ulteriormente l’ambiente o delegittimare l’allenatore. A stagione chiusa si analizzeranno mercato ed alternative. L’opzione Conte è una soluzione credibile, ma con problematiche economiche e di costruzione della rosa, che deve essere adatta.

Mercato — Marotta ha chiarito che non è il caso di aspettarsi rivoluzioni a suon di assegni in bianco, anche per i paletti del FFP, ma anche che il profilo dei rinforzi sarà quello di giocatori esperti e rodati, pronti ad aggiungere da subito “cultura” europea e di vittoria: i profili di Rakitic, del vecchio pallino Modric (torna d’attualità in caso di rifondazione al Real?), di Dzeko come post-Icardi, e di Gündogan a centrocampo sono compatibili con questa idea. Anche se non escludono investimenti su giovani, magari italiani come Barella o Tonali.