"I terroristi volevano distruggere la Sagrada Familia"
Foto: www.rainews.it

"I terroristi volevano distruggere la Sagrada Familia"

6 notizie, 4

Era la Sagrada Familia, uno dei monumenti più iconici di Barcellona, l'obiettivo principale della cellula jihadista che giovedì sera ha seminato il terrore sulla Rambla, uccidendo 13 persone. È una delle principali rivelazioni emerse dalle indagini sull'attentato che ha sconvolto la Spagna. Indagini dalle quali continuano però ad arrivare notizie contraddittorie: per il governo la cellula è stata debellata; i Mossos d'Esquadra, la polizia catalana, sono invece ancora a caccia del ventiduenne marocchino Younes Abouyaaqoub.

Inizialmente dato per morto, il giovane è considerato l'uomo alla guida del furgoncino piombato sui turisti in una delle aree più frequentate della città. Il Piano A: distruggere la cattedrale Fonti investigative hanno riferito a El Confidencial che il 'Piano A' dei terroristi era causare una "esplosione enorme" alla Sagrada Familia. La cellula intendeva far saltare in aria furgoni carichi di Ttap e bombole per distruggere la cattedrale progettata da Gaudì, principale simbolo della città.

La Sagrada Familia era l'ossessione del gruppo e il suo unico obiettivo iniziale, scrive il quotidiano. La casa-santabarbara a Alcanar è saltata in aria quando la cellula era nella fase finale della preparazione dei potenti ordigni e tra le macerie sono state trovate 106 bombole. Il conducente del furgone è ancora ricercato Inizialmente era stato dato per morto insieme ai ...

    Leggere sul agi.it