Roma19°
«I napoletani sono tutti ladri», per la Procura di Aosta non è diffamazione2Foto© www.tgcom24.mediaset.it

«I napoletani sono tutti ladri», per la Procura di Aosta non è diffamazione

, 4 notizie, una visualizzazioni

Il vice procuratore onorario di Aosta, Sara Pezzetto, ha chiesto al giudice di pace l'archiviazione dell'indagine per diffamazione a carico del gestore del bar Cafè des Guides di Courmayeur, aperta dopo una querela di un 48enne, originario di Caserta ma residente a Milano.

Quest’ultimo, infatti, non aveva gradito alcune frasi pronunciate dal gestore dell’esercizio commerciale che si sarebbe rifiutato di trasmettere nel locale la partita di calcio Milan-Napoli dicendo al cliente che glielo aveva chiesto che "non gli piacevano i napoletani perché sono tutti ladri".

Per il vice procuratore onorario di Aosta, in questo caso la diffamazione non sussiste perché la persona offesa era presente. L’uomo non è perseguibile neanche per ingiuria in quanto il reato è ormai stato depenalizzato. Inoltre, in base a una sentenza della Cassazione, non si può neppure parlare di"odio razziale o etnico", dato che manca un "sentimento idoneo a determinare il concreto pericolo di comportamenti discriminatori". E così, per il turista rimane aperta solo la strada del giudizio civile.