È morto l’ex giudice Ferdinando Imposimato
Foto: www.lapresse.it

È morto l’ex giudice Ferdinando Imposimato

8 notizie, 5

Ferdinando Imposimato è morto in mattinata al Policlinico Gemelli di Roma, dov'era ricoverato da qualche giorno. Era nato a Maddaloni (Caserta) il 9 aprile 1936. Nella sua lunga carriera di magistrato, è stato giudice istruttore di alcuni tra i più importanti processi di terrorismo, come quello per il caso Moro e quello per l'attentato al Papa. Trai casi di cui si era occupato, anche l'omicidio del vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura Vittorio Bachelet e dei giudici Riccardo Palma e Girolamo Tartaglione.

Nella sua carriera di magistrato si era occupato anche di criminalità organizzata, impegno pagato a caro prezzo: nel 1983 suo fratello era stato ucciso per una vendetta trasversale dalla camorra.

Imposimato è stato anche trai protagonisti della politica. Nel 1987 è stato eletto al Senato come indipendente di sinistra nelle liste del Pci, nel 1992 fu eletto Camera e poi nel 1994 nuovamente al Senato. Nel 2013 il Movimento Cinquestelle lo aveva indicato come possibile presidente della Repubblica, insieme a una rosa di altri nomi.

Molti i libri firmati dal magistrato 81enne sul terrorismo e sulle stragi. In particolare, Imposimato riteneva che esistesse un filo rosso che univa tutta una serie di delitti politici avvenuti in Italia, a partire dalla strage di Portella della Ginestra per arrivare agli omicidi di Falcone e Borsellino. Aveva puntato il dito cont...

    Leggere sul lapresse.it