Ius soli, Delrio: il dietrofront è un atto di paura grave
Foto: www.rainews.it

Ius soli, Delrio: il dietrofront è un atto di paura grave

6 notizie, 3

Il dietrofront del Senato sullo ius soli è "certamente un atto di paura grave". Graziano Delrio non usa mezzi termini per definire il passo di lato del Pd sulla legge per la cittadinanza agli stranieri, aprendo così di fatto un fronte nella maggioranza. Al punto che dal Nazareno ribadiscono che la posizione del Pd è "in sintonia piena" con quella del premier Paolo Gentiloni. Dalla festa dell'Unità di Roma interviene lo stesso ministro Maurizio Martina: "Credo che dobbiamo riconfermare in queste ore la volontà del Pd a lavorare fino all'ultimo minuto utile perché lo Ius soli venga approvato in legislatura e che si compia questo passo fondamentale".

"A noi non può bastare mettere a calendario il provvedimento - aggiunge - dobbiamo essere sicuri che il provvedimento non rimbalzi ma si approvi definitivamente. Le condizioni ora non ci sono. Noi riaffermiamo la volontà del Pd di lavorare con grande serietà per creare le condizioni". Rimbombano ancora le parole che il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti ha affidato al Tg della cattolica Tv2000: "Abbiamo bisogno di non farci dominare dalla paura, ma siamo anche aperti alla speranza perché il capogruppo del Partito democratico ha detto che si sta cercando di costruire le condizioni affinché vi siano i voti in Parlamento".

Delrio chiama in causa direttamente Luigi Zanda, dopo che ieri è toccato a lui il gravoso compito di a...

    Leggere sul rainews.it