Roma
Degli azionisti hanno fatto causa a Google per aver coperto casi di molestie sessuali2Foto© huffingtonpost.it

Degli azionisti hanno fatto causa a Google per aver coperto casi di molestie sessuali

, 5 notizie, una visualizzazioni

Depositata nella contea di San Mateo in California, l’azione legale cita violazione dei doveri fiduciari, abuso di controllo, arricchimento ingiusto e spreco di asset aziendali. I legali sostengono che la denuncia è il risultato di una «inchiesta ampia e inedita su prove non pubbliche» e di copie ottenute dei verbali delle riunioni del cda di Google.

Nel ricorso si sostiene che i fondatori del motore di ricerca, Larry Page e Sergey Brin, insieme a tutto il resto del board, abbiano partecipano «ad uno schema andato avanti per anni per coprire molestie sessuali e discriminazioni ad Alphabet». Quella di Martin è la prima causa contro Google per il caso di Rubin. Accusa la società di non aver fatto il suo dovere comprendo l’accaduto.

«Brin, Page e il resto del board di Alphabet non hanno solo evitato di rendere note le molestie sessuali di Rubin e il fatto di averle trovate credibili, ma hanno organizzato per Rubin un party di addio da eroe pagandolo 90 milioni», si legge nel ricorso.