Roma
Dal 2021 diventerà impossibile trasferirsi a Londra per fare il cameriere4Foto© ilgiornale.it

Dal 2021 diventerà impossibile trasferirsi a Londra per fare il cameriere

, 13 notizie, una visualizzazioni

Frontiere chiuse ai lavoratori “non qualificati” e che non parlano l’inglese “a un livello richiesto”. Queste sono alcune delle nuove regole che il Regno Unito adotterà nel 2021: le misure, anticipate oggi dal Guardian, fanno parte del piano di revisione delle leggi sull’immigrazione ‘post Brexit’ che verrà presentato oggi ministra dell’Interno, Priti Patel.

Un sistema a punti simile a quello australiano, come già annunciato dal governo di Boris Johnson: per lavorare nel Regno Unito, dal prossimo anno, serviranno 70 punti. Cinquanta sono indispensabili e comprendono una buona conoscenza della lingua, l’offerta di lavoro da uno sponsor ‘approvato’ e un lavoro di una certa ‘qualificazione’. Altri venti punti potranno essere totalizzati tramite il titolo di studi (Phd o laurea attinente al lavoro richiesto) dimostrando di guadagnare oltre le 25mila sterline o in un settore con carenza occupazionale.

Tra le misure annunciate, c’è un punto che riguarda direttamente il Belpaese: alle frontiere non verranno inoltre più accettate le carte d’identità di paesi come Francia e Italia. questo, spiega il Guardian “da quanto si capisce, è un tentativo di evitare che lavoratori extracomunitari frodino il sistema con documenti falsi o rubati”.