Roma
Covid Sicilia, bufera sulle terapie intensive. Il manager: «Posti letto o finiamo in zona rossa», il ministro manda ispettori e Nas2Foto© ilfattoquotidiano.it

Covid Sicilia, bufera sulle terapie intensive. Il manager: «Posti letto o finiamo in zona rossa», il ministro manda ispettori e Nas

, 6 notizie, una visualizzazioni

Covid, in Sicilia è bufera sui dati delle terapie intensive, con il manager Mario La Rocca finito nel ciclone per alcuni audio in una chat tra manager della sanità, pubblicati da La Sicilia, e che parla di «ostruzionismo» da parte di alcuni medici per impedire l'attivazione di posti per malati di Coronavirus e di dirigenti generali di ospedali «incapaci» di applicare il piano del governo Musumeci per l'aumento dei posti.

«Pur di non svuotare alcuni reparti, per destinare i posti letto ai pazienti Covid, c'è chi ha scritto nelle cartelle cliniche diagnosi inventate, ne ricordo una che parlava di tubercolosi, ma non era vero», dice La Rocca, dirigente generale della pianificazione strategica dell'assessorato alla Salute in Sicilia.

«Mentre ero a casa per il Covid, ho notato che alcuni manager di ospedali da tre settimane non facevano nulla, eppure avrebbero dovuto applicare il piano della Regione per l'attivazione di posti letto per i pazienti malati di Coronavirus. Il 4 novembre ho mandato quegli audio nella chat, due giorni dopo, avendo il tampone negativo, ho fatto il giro di alcuni ospedali a Palermo, ho trovato 100 posti in un giorno», dice La Rocca, sostenendo che «tra i medici c'è chi si sacrifica e chi non vuole pazienti Covid».