Roma12°
Covid: allarme a Torino, processi mafia a rischio5Foto© ilfattoquotidiano.it

Covid: allarme a Torino, processi mafia a rischio

, 6 notizie, una visualizzazioni

TORINO. I grandi processi di 'ndrangheta sono a rischio per l'emergenza Covid. Questo il senso di un segnalazione che la Procura di Torino, secondo quanto si apprende, vuole inoltrare alla Direzione nazionale antimafia e al Dap. Il punto cruciale della questione è l'impossibilità - per quello che sembra essere solo un problema organizzativo - di allestire collegamenti in videoconferenza per gli imputati detenuti positivi al Covid ma asintomatici.

Questo comporta lunghi rinvii delle udienze e, oltre ad allungare i tempi dei processi, crea rischi di decorrenza dei termini di custodia cautelare. La procura ha preso l'iniziativa dopo quanto accaduto al maxi processo «Fenice-Carminius», celebrato dal tribunale di Asti.

Al processo Carminius-Fenice, dove fra gli altri è chiamato in causa l'ex assessore regionale Roberto Rosso con un'accusa di voto di scambio, uno degli imputati, detenuto a Torino nel carcere delle Vallette, è risultato positivo al Covid.