Caso scontrini, Marino condannato a 2 anni
Foto: roma.corriere.it

Caso scontrini, Marino condannato a 2 anni

8 notizie, 3

L'ex sindaco di Roma, Ignazio Marino è stato condannato a due anni di reclusione per peculato per la vicenda degli scontrini. Il processo riguarda i rimborsi di 54 cene in numerosi ristoranti di Roma e di altre città, cene avvenute fra il 2013 e il 2015 per un totale di 12 mila e 700 mila circa. La procura generale aveva chiesto tre anni e quattro mesi. In primo grado, l'ex primo cittadino era stato assolto, ma i pm di Roma avevano fatto ricorso contestandogli i reati di peculato e falso.

E ora l'ex primo cittadino è stato condannato. La difesa del professor Enzo Musco aveva sottolineato come l’ex sindaco avesse intrapreso molte iniziative a proprie spese (inclusi viaggi a New York) per promuovere l’immagine di Roma nel mondo. E dunque non meritasse di essere additato per la spesa di una somma limitata (peraltro in seguito restituita) con la carta di credito capitolina.

Leggere sul roma.corriere.it