Roma13°
Calenda presenta Azione: se diventeremo partitino ci scioglieremo2Foto© ilfattoquotidiano.it

Calenda presenta Azione: se diventeremo partitino ci scioglieremo

, 5 notizie, 2 visualizzazioni

«Non è un’operazione personale, ma una grande operazione di mobilitazione dell’Italia che studia lavora e produce e non ne può più di scegliere tra sovranisti e populisti, ai quali i grandi partiti europei si sono sottomessi». Carlo Calenda presenta il nuovo movimento Azione, un movimento negli obiettivi, ma che farà «congressi come i partiti, il primo a giugno 2020 - spiega l’ex ministro-. Non serve un nuovo partitino e se sarà un partitino avrà fallito il suo obiettivo e si scioglierà senza partecipare alle elezioni».

L’idea è quella di non fare un altro partitino: «Il voto è molto mobile, ma se saremo quotati al 3% non saremo alle elezioni», spiega calenda parlando alla Stampa estera. «Al 3,5% ci siamo alle elezioni», interviene con una battuta Matteo Richetti.

E poi le distanze da Matteo Renzi: «Molte cose mi distinguono da Renzi, mai avrei votato per l’abolizione dello scudo penale su Ilva che Renzi aveva messo, creando ora un enorme disastro - prosegue Calenda -. Mai avrei dato fiducia a questo governo: si sono realizzate tutte le cose peggiori che avevamo previsto, Fi è andata nella coalizione nella Lega, il Pd è completamente afono su qualsiasi cosa, non riesce a tenere il punto su nulla, Renzi l’ha indebolito facendo la scissione; sullo Ius culturae il Pd ha detto `non insistiamo´, il che vuol dire non lo facciamo».