Sciolto per mafia il comune di don Camillo e Peppone
Foto: www.ilmessaggero.it

Sciolto per mafia il comune di don Camillo e Peppone

4 notizie, 1

Brescello, il comune della bassa Reggiana famoso per le ambientazioni di don Camillo e Peppone, è stato sciolto dal Consiglio dei ministri per 'infiltrazioni mafiose'. É il primo comune emiliano romagnolo a subire questa decisione, frutto della relazione stilata da una commissione nominata dal prefetto di Reggio Emilia che ha scandagliato gli ultimi 15 anni di storia del Municipio. Ora con  lo scioglimento imminente del Comune arriverà il commissariamento.

Il sindaco di centro sinistra Marcello Coffrini, nel frattempo si era già dimesso. Era finito nella bufera dopo aver definito il boss Francesco Grande Aracri, già condannato per mafia con sentenza definitiva nel 2008, «una persona molto composta ed educata».

    Leggere sul ilmessaggero.it