Bonus giovani, il ministro Poletti: “Ci sarà anche norma anti licenziamento”
Foto: www.corriere.it

Bonus giovani, il ministro Poletti: “Ci sarà anche norma anti licenziamento”

6 notizie, 2

Trecentomila nuovi posti di lavoro “blindati” da una clausola, quella anti-licenziamento. Il bonus giovani prevederà infatti decontribuzioni per le aziende che assumeranno giovani ma anche una norma per tutelare i nuovi contratti. La conferma arriva dallo stesso ministro Giuliano Poletti: «Dobbiamo assolutamente evitare che ci siano comportamenti furbeschi che cerchino di utilizzare in qualche modo le norme», ha detto al Meeting di Rimini.

Tra i «comportamenti furbetti» che il governo intende evitare, Poletti indica la possibilità che qualcuno pensi di mettere altri, «magari al posto di qualche lavoratore che oggi ha un posto di lavoro e deve mantenerlo: noi vogliamo avere più occupati e non uno scambio tra chi c’è e chi arriva», aggiunge il ministro al Welfare arrivando al Meeting di Rimini. «Le clausole che impediscono comportamenti sbagliati sono previste», conclude Poletti.

Il governo, inoltre, per le norme di agevolazione all’assunzione dei giovani sta pensando soprattutto a interventi di «decontribuzione» e «non è ancora deciso» se il pacchetto varrà solo sotto i 29 anni.

    Leggere sul corriere.it