Bolloré fermato e interrogato per tangenti
Foto: www.repubblica.it

Bolloré fermato e interrogato per tangenti

9 notizie, 1

L'imprenditore francese Vincent Bolloré è stato posto in custodia cautelare e interrogato a Nanterre nell'ambito di un'inchiesta su tangenti pagate dal suo gruppo in Africa nel 2010. È quanto scrive Le Monde. Bolloré è in stato di fermo a Nanterre nel quadro di indagini su casi di sospetta "corruzione di agenti pubblici stranieri", legate a operazioni condotte dal suo gruppo in Africa riferisce il quotidiano, secondo cui l'imprenditore sarebbe stato convocato dalle autorità di Nanterre su richiesta di magistrati che sospettano che i vertici del gruppo abbiano utilizzato strutture della società Havas per sostenere in Togo e in Guinea l'ascesa di manager in grado di favorire la concessione di terminali portuali nei due paesi.

Bolloré non è il solo manager del gruppo in stato di fermo: la stessa misura sarebbe stata richiesta per il direttore generale Gilles Alix e per Jean-Philippe Dorent, responsabile internazionale dell'agenzia di comunicazione Havas.

    Leggere sul rainews.it