Roma19°
Assange, la Svezia annuncia la riapertura del caso per stupro contro il fondatore di WikiLeaks7Foto© adnkronos.com

Assange, la Svezia annuncia la riapertura del caso per stupro contro il fondatore di WikiLeaks

, 11 notizie, una visualizzazioni

Ancora guai per Julian Assange. Dopo essere stato arrestato dalla polizia inglese lo scorso 11 aprile nell'ambasciata dell'Ecuador a Londra, dove era rifugiato dal 2012, il fondatore di WikiLeaks, attualmente detenuto nella capitale britannica, potrebbe doversela vedere di nuovo con le accuse di stupro e molestie sessuali che lo travolsero nel 2010.

Il procuratore svedese, infatti, ha deciso di riaprire il caso, abbandonato nel 2017, per portare davanti alla giustizia l'informatore australiano prima della prescrizione, che scatterebbe nell'agosto del 2020. "Oggi ho deciso di riaprire le indagini.

C'è ancora una probabile causa per il sospetto che Assange abbia commesso uno stupro", ha spiegato ai giornalisti il vicedirettore dei pubblici ministeri, Eva-Marie Persson. "La precedente decisione di chiudere l'inchiesta non era basata sulle difficoltà legate alle prove, ma sulle difficoltà che bloccavano l'indagine", ha aggiunto.