Roma
Agrigento: la procura sequestra Scala dei Turchi amata da Andrea Camilleri3Foto© corriere.it

Agrigento: la procura sequestra Scala dei Turchi amata da Andrea Camilleri

, 12 notizie, una visualizzazioni

È considerata uno degli scorci più belli della Sicilia, tanto da essere candidata come Patrimonio mondiale dell’Unesco. Si trova a Realmonte, nell’Agrigentino, e il tempo in migliaia di anni ha scolpito sulla sua candida falesia una gradinata naturale che si specchia a picco su un mare cristallino.

Qui decine di migliaia di persone, ogni anno, ammirano due scogli, chiamati «‘u zitu e a zita’» (il fidanzato e la fidanzata) che evocano l’immagine di due innamorati. Da mesi, però, si registrano cedimenti dal costone di marna bianca. Adesso, la procura di Agrigento vuole vederci chiaro e l’ha sequestrata. Il procuratore Luigi Patronaggio ha anche nel registro degli indagati Ferdinando Sciabarrà.

L’uomo che rivendica da anni di essere il proprietario della Scala dei Turchi perché catastalmente sarebbe proprietario di una grossa parte dell’area battuta dai turisti. Il reato che gli viene contestato dalla magistratura è di occupazione di demanio pubblico.