Siamo dispiaciuti per il ko di Torino e con questo ambiente che respiriamo a Roma la sconfitta contro i granata ce la siamo sentita tutta sul groppone. Non dobbiamo intimorirci o subire il momento che sta attraversando anche l'ambiente. La nostra tifoseria non sarà contenta del nostro gioco attuale e dei risultati. Io ho cercato il dialogo con i ragazzi per trovare soluzioni assieme. Abbiamo parlato di comportamento di squadra, abbiamo parlato molto in questi giorni. In queste ore che precedono la partita bisogna alleggerire il carico di lavoro per presentarci al meglio. Questi non sono ragazzi ma calciatori professionisti della Roma. Dobbiamo impegnarci al massimo. I giocatori hanno voglia di rimettere a posto le cose che non vanno il prima possibile. Perchè ci sono molte cose da rimettere a posto, questo è sicuro

Luciano Spalletti, 2 anni
Europa League, Spalletti: «Roma più forte dell'Astra Giurgiu ma dovrà dimostrarlo»